Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

 

p1

“Io non so parlar d’amore, l’emozione non ha voce”, canta il grande Celentano e questa quinta edizione del Cala Ponte Triweek 2019, ci ha lasciati davvero carichi di emozione.

Dalla proposta di matrimonio di Verio, atleta dell’O3TT che chiede in ginocchio al traguardo la mano alla sua “amata” Fabrizia, per poi passare al grande arrivo di due “atleti speciali”, che dopo mesi di allenamento presso gli istituti penitenziari di appartenenza hanno dignitosamente tagliato il traguardo in tempi strepitosi.

Grande commozione spontanea dello speaker Fabio D’annunzio che ha accolto Barbara e Antonio al traguardo con queste splendide parole: lo sport dà sempre una possibilità; questi due amici sono due detenuti che stanno scontando la loro pena e hanno deciso di farlo con noi: lo sport ci sta dando una mano… vi sta dando una mano! Io sono molto commosso perché è una possibilità per voi di tornare in società; la capacità di poter dare una possibilità a chi nella vita ha sbagliato.

Nel weekend del 18 e 19 di un maggio pazzerello, il Cala Ponte Triweek è stato il preludio che inaugura l’estate di Polignano a Mare, con un mix vincente di sport, turismo, enogastronomia e cultura. La perla dell’adriatico, città natale di Domenico Modugno è tra le mete principali del turismo in Puglia, ha accolto migliaia di visitatori e sportivi provenienti da tutta Italia.

Nella mattinata di sabato, per la prima volta, la FIN Puglia in collaborazione con l’Otrè di Noci, ha inaugurato il circuito Nazionale Grand Prix 2019 di nuoto in acque libere. La 5 km, ha visto il testa a testa tra Marcello Guidi e Andrea Manzi, il primo più leggermente più veloce a tagliare il traguardo, seguiti in terza posizione da Giulio Iaccarino, tutti e tre del Circolo Canottieri Napoli; per le donne, la campionessa olimpionica Martina Grimaldi (GS Fiamme Oro) seguita da Teresa Persiano (Cus Salerno) e Francesca Senatore (Cus Salerno); per la distanza di 2,7 Km, i primi tre maschi assoluti: Luigi Galdieri (Cus Salerno), Michele Sassi (Acquarius Piscina Canosa) e infine Manuel Taiani (Cus Salerno); nel settore femminile, pari merito per Teresa Persiano (Cus Salerno) e Martina Grimaldi (GS Fiamme Oro) entrambe con crono finale di 33.20, seguite da Francesca Senatore (Cus Salerno). Infine per la 1,5 Km, i primi cinque uomini giunti al traguardo sono: Di Donato Riccardo, Fimiani Mario, Laghezza Natale, Ventaglini Giuseppe, Gentile Gianni; le prime cinque donne: Pellegrini Aurora Francesca, Quiete Valeria, Amoruso Gabriella, Petruzzi Matilde, Martello Sonia.

p2

Domenica, invece, il triathlon sulla distanza olimpica, in cui oltre cinquecento atleti hanno affrontato i 1.500 metri di nuoto nelle acque antistanti l’affascinante scogliera “a picco” polignanese, al termine dei quali sono balzati in sella e hanno percorso quaranta chilometri in bici, concludendo la gara con dieci chilometri di corsa in città. La gara ha avuto per protagonista e vincitore, in 01h47’54”, Michele Sarzilla (Raschiani Tri Pavese), seguito da Nicolò Ragazzo (The Hurricane S.S.D A.R.L), Nicolardi Francesco (Raschiani Tri Pavese), Ivan Risti (DDS) ed Emanuele Faraco (Terra dello Sport). Nella gara femminile vittoria per l’atleta Sharon Spimi (The Hurricane S.S.D A.R.L), Iogna –Prat Luisa (DDS), Taverna Beatrice (DDS), Martina Dogana (Martina Dogana Triteam) e Sarah Wilm.

p3

Arrivederci al Cala Ponte Triweek 2020!

(Comunicato stampa)